Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x

referendum«Ognuno di noi deve recuperare sempre più concretamente la propria identità personale come cittadino, ma orientato al bene comune».

E poi continuando «se il cittadino è qualcuno che è convocato e obbligato a contribuire al bene comune, per ciò stesso fa politica, che, secondo il magistero pontificio, è una forma alta della carità». Sono alcuni passaggi del discorso che l’allora  Cardinale Jorge Mario Bergoglio, tenne in occasione del bicentenario della nazione argentina. Ora più che mai in occasione del referendum consultivo del 22 ottobre sono da riprendere e fare nostre. Qualunque sia la nostra posizione in merito, è decisivo in questa contingenza non alimentare sentimenti di antipolitica o scetticismi nei confronti di proposte di partecipazione.

Giorgio Gaber sottolineava la “partecipazione” come espressione della nostra libertà, addirittura facendole coincidere in una definizione… di fatto cantava «la libertà è partecipazione». Io, personalmente non mi allargherei così tanto ma, partecipare al voto è sicuramente espressione di quella responsabilità personale propria di ogni cittadino che spesse volte critichiamo alla classe politica.

Perciò il 22 ottobre, Lombardia e Veneto saranno chiamate al voto per il referendum consultivo per procedere all’attuazione dell’art. 116 comma 3 della Costituzione. L’appoggio del voto popolare è necessario perché già nel 2009 la Lombardia si vide bocciare dal Governo la sua proposta di regionalismo differenziato.

Regione Lombardia e Regione Veneto hanno dimostrato di essere un esempio nei settori della sanità, della pubblica amministrazione, del lavoro, del welfare etc…

La possibilità di trattare in maniera più autonoma materie in cui le due regioni hanno consolidato una reputazione, aiuterebbe la riduzione di sprechi e permetterebbe investimenti più significativi.

Inoltre giocherebbe a favore di una maggiore assunzione di responsabilità di queste regioni, nei confronti dei propri cittadini, tutto a vantaggio di un rinnovato legame, istituzione-contribuente.

Personalmente io ci sarò, facciamoci compagnia, innazitutto in questo giudizio.

Giancarlo Restivo

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.